fiala sangue epatite c

Ancora troppe persone pensano che l’infezione da HCV (il virus dell’epatite C) non sia poi così pericolosa, e che per questo non sia necessario intraprendere nessuna terapia. In realtà in molti casi, anche quando l’epatite C non dà segni evidenti, il virus agisce portando ad un’infiammazione cronica che danneggia il tessuto del fegato. Le stime dicono che il 20%-30% dei pazienti HCV positivi svilupperà cirrosi epatica nel corso di 10-20 anni, ma anche prima, nel caso in cui siano presenti altri fattori di rischio come comorbilità (per esempio diabete o coinfezioni), abuso di sostanze e di alcol. Dall’1 al 4%, inoltre, svilupperà un tumore del fegato.

Continua a leggere l’approfondimento sul sito ccomecurabile.it