arance in primo piano

La vitamina D è un composto organico che svolge un ruolo essenziale per le funzioni vitali. La sua funzione primaria è quella di facilitare l’assorbimento di calcio e fosfato. In particolare, la vitamina D protegge le ossa e il nostro sistema nervoso. L’ esposizione al sole rappresenta la principale sorgente da cui attingere questa vitamina.
Quando vi è un’insufficienza di vitamina D nel nostro organismo si parla ipovitaminosi. Questo deficit di vitamina D può essere scatenato da diversi fattori. In particolare, le persone di età avanzata sono maggiormente esposte poiché hanno una minore possibilità di esporsi al sole. Altri fattori possono essere il sovrappeso e il diabete. Anche il fumo di sigarette e l’allattamento al seno (latte materno contiene una quantità limitata di vitamina D) può rappresentare un fattore di rischio.
In questo articolo, oltre a parlare dei sintomi di una carenza di vitamina D vi mostreremo alcuni rimedi per cercare di ridurre questo deficit.

Cos’è la carenza di vitamina D

Con il termine vitamina D si intendono dei pro-ormoni liposolubili ovvero solubili in solventi grassi. Le tipologie principali che compongono il gruppo vitaminico D sono: vitamina D1, vitamina D2, vitamina D3, vitamina D4 e vitamina D5. Negli alimenti è possibile trovare soprattutto la vitamina D2.

Cause carenza di vitamina D

I fattori che determinano la carenza di vitamina D sono diversi, tra cui:

  • Problemi renali
  • Malattie intestinali
  • Inadeguata esposizione alla luce solare

Sebbene l’apporto di vitamina D non è direttamente correlato all’alimentazione, un quantitativo alimentare insufficiente può portare alla carenza di vitamina D.

Sintomi di una carenza di vitamina D

Tra i più comuni sintomi da carenza di vitamina D troviamo:

  • Dolori ossei
  • Dolori muscolari
  • Debolezza e spossatezza
  • Osteomalacia

In particolare l’osteomalacia è una patologia delle ossa caratterizzata da una insufficiente mineralizzazione del tessuto osseo. A causa di questa malattia le ossa divengono fragili e, nella maggior parte dei casi, comporta anche una carenza di calcio nell’organismo.

Rimedi consigliati per la carenza di vitamina D

Sicuramente il primo rimedio efficace per la carenza di vitamina D è l’esposizione alla luce del sole ma aiuta anche assumere alimenti ricchi di vitamina D come: olio di fegato di merluzzo, salmone e aringhe, uova, burro, fegato, latte di mucca e di soia e succo di frutta.
In particolare la vitamina D2 si trova nei funghi, nella verdura a foglia larga e scura e nella frutta.
Nella maggior parte dei casi si può anche ricorrere all’uso di integratori alimentari, in commercio ce ne sono tantissimi che contengono vitamina D ma prima di assumerli è indispensabile consultare il proprio medico di fiducia che ti darà indicazioni sulla quantità e sul tempo di assunzione.