barbabietola

La barbabietola è un ortaggio di radice conosciuto anche come barbabietola o fagiolo rosso. Ci sono diversi tipi di barbabietole che si distinguono per il loro colore come il sedano, una varietà a foglia, e la barbabietola da zucchero la cui radice ha un’alta concentrazione di zuccheri.

Il colore intenso della barbabietola rossa è dovuto alla presenza di una sostanza chiamata betanina. Questo è il pigmento principale delle barbabietole con una concentrazione da 300 mg a 600 mg per kg. È un antiossidante che si crede abbia diversi benefici per la salute. Viene estratta dalle barbabietole ed è un additivo alimentare con il nome (E162). La betaina previene anche l’ossidazione del colesterolo LDL da danni al DNA [1].

Qual è il suo valore nutrizionale? La barbabietola è una buona fonte di fibre, acido folico, magnesio, potassio e ferro, mentre soprattutto il suo succo ha guadagnato lo status di super alimento negli ultimi anni. 100 grammi di barbabietole crude hanno i seguenti nutrienti:

Calorie: 43

Acqua: 88

Proteine: 1,6 g.

Carboidrati: 9.6 g.

Zucchero: 6,8 gr.

Fibra: 2,8 gr.

Grasso: 0,2 g.

Acido folico 80 mcg

Sodio 78 mg

Potassio 325 mg

Calcio 16 mg

Magnesio 23 mg

Fosforo 36 mg

Ferro 0,8 mg

Vitamina B6 0,1 mg

Vitamina A 33 IU

Vitamina C 4,9 mg

Oltre che cotta o sottaceto, la barbabietola può essere mangiata cruda. La sua radice è dura, mentre cotta diventa morbida. Anche le foglie possono essere mangiate anche se possono lasciare un sapore amaro in bocca se mangiate crude.

La barbabietola è sana in qualsiasi modo la si prepari. Tuttavia, il suo succo è il modo migliore perché la cottura riduce il suo valore nutrizionale. Se non vi piace il succo naturale di barbabietola provate ad aggiungere succo di mela, carota o arancia per avere un gusto migliore. Se decidete di includere il succo di barbabietola nella vostra dieta, iniziate gradualmente e man mano che si adatta sarete in grado di berne di più.

Le proprietà della barbabietola
La barbabietola ha proprietà cardioprotettive e migliora le prestazioni durante l’esercizio. Le sue proprietà sono dovute al suo alto contenuto di nitrati e nitriti che migliorano il flusso sanguigno. I nitrati e i nitriti si trovano soprattutto nelle verdure a foglia verde e sono utilizzati anche come conservanti. Spinaci, barbabietole rosse, sedano e lattuga sono importanti. Gli spinaci ne contengono circa 20 mg per 100 g. e la barbabietola 15 mg. I nitrati e i nitriti sono convertiti nel corpo in ossido nitrico che ha molte funzioni importanti.

Va notato, tuttavia, che c’è stato molto dibattito nel corso degli anni sul ruolo dei nitrati nella salute. Mentre la maggior parte dei nitrati e dei nitriti sono ottenuti da verdure e frutta (80-95%), li assumiamo anche come additivi alimentari in prodotti cotti, cereali e carni lavorate perché inibiscono la crescita dei batteri. Si pensa che possano reagire con le ammine alimentari (derivati dell’ammoniaca) per formare nitrosamine che sono state collegate al cancro in vari studi. Tuttavia, i nitrati e i nitriti non hanno effetti negativi di per sé, dopo tutto sono prodotti dal corpo umano stesso – dall’aminoacido arginina – per soddisfare le sue normali esigenze.

La barbabietola abbassa la pressione sanguigna
Molti studi hanno dimostrato che il succo di barbabietola può migliorare la pressione sanguigna e la funzione vascolare. La causa di queste proprietà sono considerate i nitrati e i nitriti che nel corpo vengono convertiti in ossido nitrico.

L’ossido nitrico rilassa e dilata i vasi sanguigni, facilitando il flusso del sangue. Agisce sulle pareti delle arterie inviando segnali alle cellule muscolari lisce per rilassarsi. Quando le cellule muscolari lisce si rilassano, i vasi sanguigni si dilatano e la pressione sanguigna scende.

La barbabietola o il suo succo possono abbassare la pressione sanguigna fino a 3-10 mmHg per alcune ore.

La barbabietola aumenta la resistenza durante l’esercizio
Il consumo di barbabietole può migliorare le prestazioni nella corsa e nel ciclismo, aumentare la resistenza e migliorare l’utilizzo dell’ossigeno portando a una migliore prestazione complessiva durante l’esercizio.

Gli studi dimostrano che i nitrati della barbabietola possono aumentare le prestazioni atletiche – specialmente durante l’esercizio ad alta intensità – riducendo il bisogno di ossigeno del corpo. Ecco perché gli atleti consumano spesso succo di barbabietola.

È stato dimostrato che i nitrati e i nitriti riducono l’uso dell’ossigeno durante l’esercizio influenzando l’efficienza dei mitocondri, gli organelli nelle nostre cellule che sono responsabili della produzione di energia.

La barbabietola aiuta i pazienti con insufficienza cardiaca
La capacità di fare esercizio è un fattore chiave associato alla qualità della vita dei pazienti con insufficienza cardiaca. A causa della loro condizione, i pazienti con insufficienza cardiaca mostrano una respirazione intensa, hanno una ridotta assunzione di ossigeno quando ne è richiesta una grande quantità e utilizzano più energia durante l’esercizio rispetto agli individui sani.

Uno studio ha esaminato l’effetto dei nitrati sotto forma di integratori di succo di barbabietola sulla capacità di esercizio di otto pazienti con insufficienza cardiaca con una frazione di eiezione ridotta, una condizione in cui il muscolo cardiaco non si contrae efficacemente e non può dare abbastanza sangue ossigenato al corpo. I ricercatori hanno scoperto che l’integrazione di succo di barbabietola ha portato a un aumento significativo dell’assorbimento massimo di ossigeno durante l’esercizio.

Un altro studio ha trovato in pazienti con insufficienza cardiaca che hanno consumato succo concentrato di barbabietola che hanno avuto un aumento del 13% della forza muscolare nel muscolo che si estende al ginocchio due ore dopo.

La barbabietola può ritardare la demenza
Le fonti nutrizionali di nitrati possono aiutare ad aumentare il flusso di sangue al cervello negli anziani e rallentare il declino cognitivo. Uno studio ha scoperto che quando i partecipanti hanno mangiato una dieta ad alto contenuto di nitrati contenenti succo di barbabietola, le scansioni MRI del loro cervello hanno mostrato un aumento del flusso di sangue ai lobi frontali, che sono collegati al pensiero e al comportamento.

I possibili effetti collaterali
Mangiare barbabietole può far diventare l’urina rosa o rossa, che è innocua ma spesso confusa con il sangue.

A volte si pensa che il succo di barbabietola possa aumentare lo zucchero nel sangue e quindi non è adatto alle persone con il diabete. Gli zuccheri semplici – come il glucosio e il fruttosio – costituiscono il 70% e l’80% dei carboidrati nelle barbabietole crude e cotte, rispettivamente, ma non hanno un effetto significativo sui livelli di zucchero nel sangue perché la quantità totale di carboidrati in una porzione è bassa. L’indice glicemico delle barbabietole è 61 e il carico glicemico è solo 5.

La barbabietola contiene alti livelli di ossalati, che possono contribuire alla formazione di calcoli renali. Gli ossalati sono sostanze che hanno proprietà anti nutrizionali, nel senso che possono influenzare l’assorbimento di alcuni micronutrienti. I livelli di ossalati sono molto più alti nelle foglie che nella radice, ma anche la radice è considerata ricca di ossalati.

L’ortaggio contiene anche fruttani – carboidrati a catena corta classificati come FODMAP (oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli fermentabili). Questi carboidrati alimentano i batteri del tuo intestino. Tuttavia, i FODMAP possono causare spiacevoli sintomi digestivi nelle persone sensibili, come quelle con la sindrome dell’intestino irritabile.

Contenuto liberamente ispirato a https://www.vita4you.gr/blog-vita4you/en/item/beetroot-the-important-properties-of-the-vegetable.html